LE MELINE

DSCN1087Non sono una maestra dell’arte bianca, ovvero della pasticceria, ma è la materia che più mi affascina, mi ha affascinata da piccola quando ho iniziato a pasticciare e sfornare pesanti mattoni gialli che costringevo tutti a mangiare, pena durevoli musi lunghi sfianca-mamme.E sicuramente chi mi ha trasmesso questa innata propensione per il dolce, la precisione ed il rigore nel confezionare biscotti e via dicendo è stata mia nonna paterna,la Omi, come la chiamavo e la chiamo tuttora. Apparentemente granitica e rigorosa,saldamente attaccata alle sue rigide regole, in realtà partecipe alle gioie e anche alle ansie della mia famiglia seppur lontana km e km . Solo le nonne sanno, quando non parli, solo le nonne,riescono a allineare i battiti del loro cuore a quello dei nipoti, solo le nonne insegnano anche quando sgridano,solo le nonne ridono quando piangi e piangono quando ridi. Solo le nonne  creano fantastici ciambelloni che le nipoti non riescono nemmeno a replicare nei sogni. Solo le nonne sono il giorno di ieri con gli occhi amanti del Domani. Solo le nonne.

In queste tortine, da un boccone e via,  si uniscono i 3 elementi che per me ricorderanno sempre la Omi: mele,cannella,vaniglia. ed intanto la saluto,assaporandone una a piccoli pezzi..e ben seduta sulla sedia! 😉

                                                    TORTINE MELINE

DSCN1083

  • 200 g di farina di farro;
  • 100 g di zucchero di canna;
  • 1 cc di bicarbonato;
  • 1 cc di lievito;
  • 1 Cucchiaio di aceto di mele;
  • 1 cc di vaniglia del Madagascar in polvere;
  • 1/2 cc di cannella;
  • 65 g di olio di  girasole estratto a freddo;
  • 120 ml di sciroppo di lavanda ( sostituibile con latte di mandorla/avena o succo di mela);
  • 130 ml di acqua;
  • 1 mela;
  • granola o riso/farro soffiato/o muesli per la guarnizione.

Come al solito: mescolare in una terrina le polveri tra loro e in un’altra i liquidi.Unire i 2 e mescolare con una frusta a mano.Aggiungere la mela tagliata sottile e versare in uno stampo da muffins rivestito da pirottini che andranno riempiti per 3/4.Guarnire a piacere. Io nello specifico ho usato la mia granola che ha conferito un guscio croccante e vivace al cappello della tortina.Infornare a 175 °C per circa 25 minuti in forno statico.Lasciar freddare completamente su una griglia prima di pucciarli in una bella fumante tazzona di thé o in una profumata tisana all’anice stellato.

tortine vega

Messo il tag:, , , ,

3 thoughts on “LE MELINE

  1. ilsabatomattina 18 febbraio 2015 alle 13:33 Reply

    Ecco ne vorrei una… dai due, meglio ancora! 😉

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

nade in the kitchen

cook, bake, love.

Green Cuisine

Concilier bien-être et gourmandise...

BACCHE DI GINEPRO E RADICI INGOMBRANTI

Storie di disobbedienza culinaria (blog vegano)

Green Kitchen Stories

Healthy Vegetarian Recipes.

ravanellocurioso

Chef Anarco Vegan

la tana del riccio

..with my own two hands..

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: