Archivi categoria: al cucchiaio

GELATO AL TAHIN e CIOCCOLATO

13835650_10209981884094569_1493022621_o

Finalmente, dopo aver quasi abbandonato la mia collega di blog a se stessa, ritorno a pubblicare una mia ricetta. Non che non abbia cucinato, si capisce. Ma il turbinio della vita quotidiana, gli andirivieni da e per Roma, le commissioni giornaliere ed un piccolo lavoro iniziato mi hanno tenuta lontana dalla tastiera del pc e dalla possibilità di concretizzare in un nuovo articolo una delle mie tante creazioni molte delle quali sono rimaste degli unicum non fotografati e non ricettati.

Però, per farmi perdonare, pago il fio della mia lunga assenza con una ricetta golosa,semplice ed estiva… che più estiva non si può. Ebbene sì, il SIGNOR GELATO. Io l’ho realizzato con la mia gelatiera insostituibile ma con opportuni accorgimenti e con un po’ di tempo è fattibile anche in modo ancora più manuale.

GELATO AL TAHIN E CIOCCOLATO

13835636_10209981881094494_1424301511_o (1)

 

 

  • 50 g di tahin chiaro
  • 50 g di cioccolato fondete
  • 600 ml di panna da montare di soia
  • 30 g di cacao amaro

Procedimento:

in 200 ml di panna ( ovvero una confezione) sciogliere il cioccolato fondente a fiamma dolce. Una volta sciolto, frullare questo ed il resto degli ingredienti con il frullatore ad immersione e  porre in frigo a riposare un’ora. Inserire poi nella vaschetta della gelatiera seguendo le istruzioni della casa madre.

Appena fatto, risulta mantecato e gonfio alla perfezione e dal gusto particolare. Servire con granella di nocciole, o sesamo o scaglie di fondente.

Provatelo davvero perché stupisce per la sua cremosità!

Coppette Mimosa

DSCN1757Si avvicina veloce una ricorrenza annuale: la Festa Internazionale delle donne. Negli anni è diventata come  altre date, fonte di business mascherato sotto le spoglie di fiori,bigliettini,gadget improbabili. E il tutto ne ha sepolto le origini,la storia che ne è alle spalle,vera o fantasiosa che sia ( vedi incendio nella “inesistente” fabbrica Cotton di New York).

Non dovrebbe essere necessario rammentare quali ciclopiche fatiche le donne hanno dovuto patire e affrontare per ottenere la semplice eguaglianza di trattamenti sul piano legislativo e lavorativo degli uomini. Eppure, nel 2016,ancora,dovremo sgranare gli occhi di fronte alle immagini che i tg ci mostreranno mentre noi trangugiamo avidamente il nostro piatto di pasta e verdura: donne violentate,uccise,record annuale,stalking,licenziamenti senza giusta causa,morti per parto,prostituzione,tratta di schiave.

Se proprio dobbiamo ricordare, chiudiamo le palpebre e ricordiamo quei volti ignoti   e scusiamoci , noi ragazze, per quelle che non hanno mai avuto in dono o non riceveranno più le mimose l’8 marzo.

Ed ora, per chi tra noi femminucce ha deciso di autofesteggiarsi e coccolarsi,ecco una delicata e gustosa proposta monoporzione . Da sfoggiare ad una cena con le amiche o da assaporare lascivamente sulla chaise longue di casa ( per chi è fortunata ad avercela!).

Ingredienti per il pandispagna SZ:

  • 560 g di farina tipo 2
  • 40 g di farina di cocco
  • 460 g di latte vegetale di riso e cocco
  • 240 g di olio vegetale
  • 20 g di lievito biologico al cremor tartaro
  • 240 g di succo di agave
  • 1 cucchiaino di curcuma

Ingredienti per la crema pasticcera :

  • 1 lt di latte di riso homemade
  • 100 g di mix tra farina di riso e maizena
  • 150 g di zucchero di canna dulcita in polvere
  • 150 g di succo d’agave
  • 1 lattina di latte di cocco grasso
  • 1 cucchiaino raso di vaniglia in polvere

Per completare il dolce:

  • 2 lattine di latte di cocco tenute in frigo una notte
  • 1 mango grande molto maturo

DSCN1755

Procedimento:

per prima cosa,preparare il pandispagna in questo modo: in una grande boule mettere tutti gli ingredienti secchi (farina,curcuma,lievito,farina di cocco) setacciati e miscelati e unirvi poi lentamente gli ingredienti liquidi precedentemente mescolati tra loro a parte. Il composto dovrà risultare colloso ma non troppo duro, in tal caso aggiungere acqua al bisogno. Stendere il composto sulla leccarda del forno rivestita di cartaforno e cuocere a 180°C per 35 minuti circa. Una volta pronto,lasciarlo freddare completamente su una gratella e poi tagliarlo a strisce sottili a mo’ di savoiardi.

Passare alla crema: in una pentola larga dal fondo spesso, mettere il mix di farine,lo zucchero, la vaniglia in polvere e l’agave e mescolare per sciogliere eventuali grumi. Aggiungere a filo tutto il latte sempre mescolando. Portare sul fornello e cuocere dolcemente sempre mescolando. Quando la crema si sarà rappresa e inizierà a fare pluf pluf,spegnere. A fuoco spento, aggiungervi la parte grassa solamente della prima lattina di latte di cocco. Mescolare ancora e far raffreddare prima fuori e poi dentro al frigo. E’ consigliabile preparare sia la crema che il pandispagna il giorno prima.

Passare alla montatura della panna di cocco: con estrema delicatezza, prelevare con l’ausilio di un cucchiaio solo la parte solida delle 2 rimanenti lattine di latte di cocco e montarle con aggiunta facoltativa di 2 cucchiai di zucchero a velo con le fruste elettriche facendo incorporare aria.

Tagliare il mango maturo a dadini minuscoli e condirlo con un paio di cucchiai di zucchero o di agave per formare il succo che servirà a bagnare il pandispagna.

Terminare la chantilly al cocco incorporando dal basso verso l’alto la panna di cocco montata alla crema fredda.

Montaggio del dolce: come di consueto, alternare strati di pandispagna imbevuto di succo di macerazione con crema chantilly, mango fresco e così via. Completare la superficie con del pandispagna sbriciolato e mescolato a chips di cocco. DSCN1758

Mousse al cioccolato con caramello salato

DSC00753

Ingredienti:

dosi per due persone:

per la mousse:

100g di cioccolato fondente

60g di latte di riso

100g di acqua di conservazione dei ceci in scatola

per il caramello:

4 cucchiai di zucchero semolato

2 cucchiai di olio di semi

6 cucchiai di latte di riso

un pizzico di sale

nocciole tostate

 

Procedimento:

Per la mousse, Fondere a bagno maria il cioccolato con il latte. Nel frattempo montare a neve, ben ferma, l’ acqua dei ceci. Lasciar intiepidire il cioccolato ed unire poi alla neve, mescolando lentamente dal basso verso l’ alto con l’ aiuto di un cucchiaio di legno. Riempire le coppe e mettere in frigorifero. Per il caramello, mettere lo zucchero in un pentolino a fuoco basso. Quando lo zucchero sarà completamente sciolto e comincia a prender colore, levare dal fuoco e lasciar intiepidire per un paio di minuti, poi aggiungere l’ olio, michiare bene con un cucchiaio e poi aggiungere il latte di riso, continuando a misciare, infine aggiungere un pizzico di sale(la punta di un cucchiaino circa). Una volta raffreddato si può versare sulla mousse. Guarnire con qualche nocciola tostata. Lasciar riposare in frigo per almeno un paio di ore.

 

 

 

Crumble di pere

DSC00763

Uno dei dolci più golosi, semplici e veloci che possiamo fare….adatto anche per una merenda. Lo stesso procedimento si può usare con tutti i tipi di frutta(ananas, pesche, albicocche, mele,susine…)

Ingredienti:

farina integrale

zucchero di canna grezzo

noci

cannella

pere

olio di semi

DSC00766

 

Procedimento:

Tagliare a piccoli cubetti le pere mature. In una ciotola unire una parte di farina, due parti di zucchero di canna, una parte di olio di semi, una parte di granella di noci ed un pizzico di cannella. mischiare con le mani velocemente, ne deve risultare un impasto sbiciolato . Mettere in delle cocotte monoporzione le pere a cubetti e sopra “tappare” con l’ impasto , facendo uno strato non più alto di un centimetro. Infornare per circa 20 minuti a 160°. Lasciar leggermente intiepidire e servire.

 

 

Dulce de leche

DSC00708

Ingredienti:

Zucchero semolato

latte di avena

aroma di vaniglia

bicarbonato

Procedimento:

In un pentolino mettere quattro parti di latte di avena e uno di zucchero. Portare ad ebollizione , poi abbassare il fuoco e cuocere per un’ ora circa, mescolando spesso. Mezz’ ora prima di fine cottura aggiungere  un pizzico di bicarbonato e qualche goccia di estratto di vaniglia. Deve uscirne una bella crema ambrata.  Se resistete a non finirlo a cucchiate è ottimo per farcire torte, crepes, pancake e chi più ne ha più ne metta.

Pere ubriache con crema alla cannella e cialde croccanti

10991341_10205122113205605_1055257115575998837_n

Ingredienti:

pere

vino rosso

latte di riso

farina di riso

cannella

chiodi di garofano

buccia d’ arancia

farina

fecola

zucchero

acqua

olio di semi

Procedimento:

Sbucciare le pere, lasciando il picciolo. Bollire nel vino rosso (2 parti di vino, una di acqua) aggiungendo poco zucchero, qualche chiodo di garofano, la cannella e la buccia di arancia. Coucere a fuoco basso, finchè risulteranno belle morbide. una volta cotte, lasciare freddare e mettere in frigo. Per le cialde in una ciotola mecolare tre cucchiai di fecola, uno di farina, un pò di zucchero . Aggiungere un cucchiaino di olio di semi e l’ acqua fino ad ottenere la consistenza cremosa, non troppo liquida. Spalmare il composto formando una vela o un disco e infornare a 150° finchè non diventa croccante e ben dorato. Per la Crema alla cannella mettere in un pentolino latte di riso, farina di riso, zucchero e abbondante cannella. Portare a abolizzione fino ad ottenere una consistenza soffice e vellutata. Servire le pere fredde con la crema calda e le cialde croccanti.

 

SCRIGNI CROCCANTI NOCCIOLE E MELE

DSCN0846Altro dolcino superfast che ha conquistato il palato di una carissima e nuovissima amica di forchetta nonchè preparatissima (ammazza che abbondanza di superlativi!!) collega blogger . Un tortino molto stuzzicante alla vista, dal ripieno avvolgente e corposo …il tutto imprigionato in un guscio croccante e spiritoso di pasta phyllo. Anche con questo ho colpito il centro della gola di un onnivoro convinto ma non per questo recalcitrante allo scoprire nuovi piatti senza crudeltà al loro interno.
Eccoveli qua:

                                    SCRIGNI CROCCANTI NOCCIOLE E MELE:

DSCN0851

  • 3 mele piccole (renette più adatte alla cottura), succo di mezzo limone;
  • una confezione di pasta phyllo;
  • 150 g di farina di nocciole;
  • 50 g di zucchero;
  • 1 cucchiaio di latte d’avena;
  • 1 VEGG (fatto con 2 cucchiai di semi di chia polverizzati),
  • 2 cucchiai di panna di anacardi (fatta frullando anacardi ammollati una notte e frullati con acqua).

Tagliare le mele a tocchetti piccolissimi e cuocerle in un padellino solo con il succo di limone per appena 5 minuti, giusto per ammorbidirle.
Preparare la farcitura mescolando la farina di nocciole,lo zucchero,la panna,il latte e il vegg e regolando di densità (deve rimanere molto corposo perchè poi assorbirà l’acqua delle mele).
Nella tortiera da muffins oleata,porre delle strisce di pasta phyllo larghe 5 cm e lunghe 15 cm ca ad intreccio e in modo non preciso.Posizionare 2 cucchiai colmi di farcia in ogni fossetta e ricoprire con una parte delle mele.Richiudere ogni tortino in modo casuale.Terminare gli ingredienti (vengono 12 tortini precisi) e porre in forno a 180 °C fino a doratura completa.
Servire con una salsa inglese a specchio e volendo una colatura di caramello sopra al tortino. Bon appétit!

nade in the kitchen

cook, bake, love.

Green Cuisine

Concilier bien-être et gourmandise...

BACCHE DI GINEPRO E RADICI INGOMBRANTI

Storie di disobbedienza culinaria (blog vegano)

Green Kitchen Stories

The healthy vegetarian recipe blog

Gocce D'Aria

il blog della Daria

ravanellocurioso

Chef Anarco Vegan

la tana del riccio

..with my own two hands..

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: