Archivi categoria: pasta fresca

Cappelletti in brodo

DSC00910

Ingredienti per quattro persone:

Per il brodo:

due litri di acqua

2/3 carote

tre bei gambi di sedano

una cipolla grossa

un pomodoro maturo(o due cucchiaiate di passata)

una foglia di verza

una grossa patata

un rametto di timo

un rametto di santoreggia

3/4 aghi di rosmarino

3 bacche di ginepro

2 chiodi di garofano

un ciuffo di prezzemolo

olio evo

sale

Per la pasta:

200g di farina di grano duro

75g di acqua

la punta di un cucchiaino di curcuma per dare colore

Per il ripieno:

200g di seitan alla piastra confezionato o fatto in casa

patata lessa (recuperare quella del brodo)

carota lessa(recuperare dal brodo)

noce moscata

la buccia di un limone(non trattato)

una cucchiaiata generosa di lievito alimentare

pepe

Procedimento:

Pulire e tagliare grossolanamente tutte le verdure ,tuffare insieme agli odori, le spezie nell’ acqua e aggiungere un giro di olio evo.Porare a ebollizione e chiudere con un coperchio la pentola lasciando andare a fuoco basso per almeno un’ oretta. Verso fine cottura aggiustare di sale. Preparare l’ impasto versando la farina e la curcuma a fontana sulla spianatoia aggiungere l’ acqua al centro e impastare e lavorare per una decina di minuti sino ad ottenere una pasta piuttosto soda. Se risulta troppo appiccicoso aggiungere un pò di farina, quindi ciudere in una pellicola e lasciar riposare per un oretta. Per il ripieno sminuzzare molto finemente il seitan aggiungere due cucchiaiate di patata lessa schiacciata e una cucchiaiata di carota schiacciata e unire gli altri ingredienti. Assaggiare prima di salare(il seitan in commercio solitamente è già salato). Se il ripieno vi sembra troppo slegato o appccicoso aggiungere un pò di pan grattato o farina fioretto. Stendere la pasta con il matterello in una sfoglia sottile, dalla quale ricavare con un coltello ben affilato dei quadrati 4×4 cm . Con l’ aiuto di un cucchiaio mettere al centro di ogni quadrato una piccola quantità di ripieno.

 

DSC00917

Chiudere i quadrati a triangolo e premere con le dita intorno ai bordi per sigillare la pasta. Avvolgere i triangoli intorno all’ indice, in modo da sovrapporre le estremità e premere bene affinchè restino unite. Portare a ebollizione il brodo già precedentemente privato delle verdure, versare delicatamente i tortellini, mescolando con un cucchiaio di lego piano per non farli attaccare, cuocere per pochi minuti a ebollizione bassa, per non rischiare di romperli. Versare il tutto in una zuppiera e servire ben caldi.

DSC00922

 

 

Strozzapreti di maggio

 

DSC00753

Ingredienti:

per due persone
200g di farina(in questo caso metà integrale metà semola)
100ml di acqua

un mazzetto di asparagi
piselli freschi
uno spicchio di aglio
vino bianco
olio evo
sale
pepe bianco
noci

DSC00762

Procedimento:

Mettere la farina  ciotola e versare l’acqua  mescolando con una forchetta. Dare una prima impastata con le mani all’interno della ciotola andando a raccogliere tutta la farina, poi trasferire l’impasto su una spianatoia e continuare a lavorarlo per almeno 5 minuti. Una volta ottenuta una pasta liscia ed elastica formare una palla rimetterla nella ciotola e lasciar risposare per una ventina di minuti coperta con la pellicola. Stendere poi la pasta con il mattarello a uno spessore di 2mm circa e ritagliare delle strisce della larghezza di circa 2 cm. Prendere le strisce e arrotolatele su se stesse nel senso della lunghezza strofinandole tra il palmo delle mani e staccando dei pezzi lunghi circa 5 cm. Disporre gli strozzapreti su un canovaccio leggermente infarinato (di modo che  assorba l’umidità). Preparare il condimento  facendo soffriggere l aglio(privato dell anoma) e aggiungere gli asparagi tagliati a rondelle fini, tenendo da parte le punte. Quando comincia a sfigolare sfumare con il vino, lasciar evaporare e aggiungere i piselli freschi e le punte degli asparagi. Coprire con il coperchio e lasciar andare finchè i piselli saranno teneri.   Cuocere gli strozzapreti come una normale pasta (magari aggiungete un filo d’olio all’acqua bollente)  Per quanto riguarda la cottura, da quando gli strozzapreti salgono a galla contate un paio di minuti, poi ripassateli nel condimento aggiungendo un pò di acqua di cottura, mantecando il tutto. Impiattare e aggiungere le noci spezzettate grossolanamente.

DSC00766

 

SCHLUTZKRAPFEN ALLA CANAPA

DSCN0805

Mia madre è una gnocchettara seriale. Non resiste davanti ad un piattone colmo e piramidale di quei splendidi sassolini colorati che tanto ama preparare. E siccome non le ho ancora dedicato nulla, colgo l’occasione per farlo ora con degli gnocchi mascherati da sudtirolese. In fondo ne ha sposato uno, o no?

SCHLUTZKRAPFEN DI PATATE RIPIENI DI OKARA DI CANAPA E CICORIETTA IN SALSA DI NOCI TOSTATE ( per 2 persone)

Per i ravioli: 1 grossa patata bollita ( da 300g ) in brodo; 80 g di farina tipo 2 ; 1 cc di curcuma .
Per il ripieno: 100 g di okara di canapa ; 100 g di cicoria lessata e ripassata ; 20 g di pangrattato.
Per la salsa: 200 ml di panna di riso; un pugno di noci tritate e tostate in padella; pepe ; sale ; olio evo e lievito alimentare a piacere.

Preparare l’impasto degli gnocchi come di consueto. Stendere poi la palla fino ad uno spessore di 0.5 cm . Per il ripieno: mixare okara,pangrattato,cicoria ed un pizzico di sale. Regolare la compatezza . Confezionare le mezzelune riponendo un cucchiaino di farcia all’interno di ogni raviolo. Sigillare bene e calare in acqua bollente salata . Scolare appena salgono a galla.
Per la salsa: sciogliere la panna in una padella con olio.Saltarvi delicatamente i ravioli ,aggiungendo le noci, il pepe fresco di macina e lievito alimentare. Servire fumanti portandoli in tavola intonando uno Jodel …

DSCN0797 

DSCN0796

Non vi fanno gola?

 

Tagliatelle di patate

DSC00614

Ingredienti:

patate lesse

farina

piselli

scalogno

carciofi

timo

olio evo

sale

Procedimento:

Schiacciare in una terrina le patate lesse ancora calde, evitando i grumi; aggiungere poi la farina e cominciare ad impastare aggiungere farina fino ad ottenere un panetto bello sodo e non appiccicoso. Lasciare riposare l’ impasto coperto da pellicola per un’ oretta. Nel frattempo lessare i piselli, scolare poi e frullare con un goccio di acqua di cottura, un filo di olio extra vergine di oliva e  sale, fino ad ottenere una bella crema vellutata. Imbiondire in padella lo scalogno ed aggiungere i carciofi tagliati finemente, chiudere con il coperchio e lasciare andare finché non diventano morbidi. A fine cottura aggiungere abbondante timo fresco ad aggiustare di sale. Stendere la pasta, non troppo sottile e tagliare delle strisce regolari. Portare ad abolizione l’ acqua e cuocere le tagliatelle(funzionano come gli gnocchi in sostanza, quando vengono a galla sono cotte) .Scolare la pasta tenendo un po’ di acqua di cottura; mantecare in padella con i carciofi aggiungendo se necessario l’ acqua. Impiattare facendo un letto di crema di piselli e la tagliatelle sopra, volendo si possono aggiungere delle noci o dei fiori commestibili per decorare(in questo caso fiori di salvia ananas).

nade in the kitchen

cook, bake, love.

Green Cuisine

Concilier bien-être et gourmandise...

BACCHE DI GINEPRO E RADICI INGOMBRANTI

Storie di disobbedienza culinaria (blog vegano)

Green Kitchen Stories

The healthy vegetarian recipe blog

Gocce D'Aria

il blog della Daria

ravanellocurioso

Chef Anarco Vegan

la tana del riccio

..with my own two hands..

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: