Archivi tag: malto di riso

CROSTATA MILLE CUORI

20150214_101030

A volte proprio non capisco la psicologia di massa. Le persone mi sorprendono e l’uso sistematico che noi tutti facciamo dei socials oramai mi offre un campionario variegatissimo di identità, più o meno cristalline e manifeste. Credo, forse erroneamente, che ad attirare sia la stranezza, la foto fatta con mille aggeggi, con la giusta angolatura,l’illuminazione perfetta.Invece no. A volte capita che la sorpresa si celi dietro ad una fotaccia fatta di corsa …una immagine che immortala e blocca nel tempo una banale crostata…imperfetta, rustica e con una lieve nota romantica data dai cuoricini un po’ “kitsch” messi sopra a sostiuire la tradizionale grata e in linea con la festività , tutta meramente commerciale, del giorno in cui l’hai sfornata ovvero S.Valentino. La schiaffi controvoglia nel finto mondo che ci tiene tutti uniti ed interdipendenti anche se lontani milioni di km, anche se diversi in tutto e per tutto. Ed ecco che accade una strana magia: i mipiace si accavallano, il telefono squilla e vibra di continuo senza lasciarti nel tuo meritato e solitario silenzio. E arrivano gli stranieri che ti supplicano di condividere la ricetta. E poi i compatrioti vanno ad allungare la fila delle richieste … e i parenti, loro decisamente più temibili visto che se non accontenti le loro voglie sanno dove abiti e potrebbero attuare vendette intestine famigliari.

Ho capito e lo sto capendo sempre più che quello che veramente manca in questa nostra  dimensione così moderna, veloce, scattante e ipertecnologica è …la lentezza,la naturalità, la semplicità francescana.

Vogliamo e aspiriamo sempre a quello che ci manca affogandoci nell’eccesso.Basterebbe invece togliere l’esubero e far respiare quello che c’è sotto: l’essenziale.

Ed ora io vi “concedo” la ricetta inventata su 2 piedi, freddi, di quella che è stata eletta come la “Signora Crostata” chez Les Vegourmandes.

E poi dite che non sono buona!

  • 250 g di farina di farro bianca,
  • 150 g di farina di farro integrale,
  • 100 g di anacardi crudi ridotti in farina;
  • 1 cucchiaino di lievito cremor tartaro già addizionato di bicarbonato;
  • 50 g di olio di cocco sciolto;
  • 50 g di olio di girasole bio estratto a freddo;
  • buccia di un limone bio grattata;
  • un pizzico di sale;
  • 100 g di zucchero di canna;
  • 160 g di malto di riso aromatizzato agli agrumi (arancia,cedro e lime–>ho lasciato delle zestes di agrumi a macerare nel malto per almeno un mese);
  • 1 cucchiaino di vaniglia.
  • marmellata di mirtilli senza zucchero.

Sciogliere l’olio di cocco e miscelarlo poi con olio di girasole,malto , limone . In una ciotola mescolare le farine con la polvere di anacardi,lo zucchero,il lievito , il sale e la vaniglia. Unire i liquidi ai secchi e impastare formando una palla che va fatta riposare in frigo per un’ora almeno.

Dividere l’impasto in 2 metà diseguali, una grande per la base ed una piccola per la decorazione.Stendere la base in una teglia oleata ed infarinata di 28 cm di diametro.Farcirla con la marmellata desiderata e ricoprirla a piacere con la restante pasta.

Infornare a 175°C fino a doratura.Volendo, la si può rendere più lucida spennellandola gli ultimi 5 minuti di forno con il cosidetto lucido: malto di riso sciolto in acqua in proporzione 1:3.

20150214_101040

Una fettona di questa e ve ne innamorerete!

 

PEANUT BUTTER GRANOLA

granola vegaAvete presente quella pubblicità di una famosissima marca di muesli, dove colui / colei che hanno passato una nottata pazza con uno/a sconosciuto/a cerca di sgattaiolare via a passo felpato salvo farsi “conquistare” da quella golosità croccante che ritrova in cucina e farsi beccare in mutande dalle coinquiline del o della kasanova di turno? Ecco…appunto.Avete mai letto le zozzerie contenute in quei “diamantini” golosi e sanissimi che lo spot cerca di liquidare alla più sprovveduta casalinga dell’entroterra? Guardate voi stessi:

Ingredienti: Fiocchi integrali di AVENA 45%, zucchero, olio di palma, sciroppo di glucosio, MANDORLE in pezzi 5%, ANACARDI (NOCI DI ACAGIU’) in pezzi 5%, germe di GRANO, farina di GRANO tenero, farina di riso, NOCCIOLE tostate in pezzi 2,5%, NOCI PECAN in pezzi 2,0%, miele, farina integrale di GRANO tenero, destrosio, sale, estratto di malto d’ORZO disidratato, LATTE scremato in polvere. aromi (con GRANO, SOIA e ORZO).

Olio di palma come TERZO ingrediente!! SCIROPPO DI GLUCOSIO come quarto!!

Ecco cosa DOBBIAMO sapere sulla salubrità dell’olio di palma e sullo sciroppo di glucosio:

http://www.ilfattoalimentare.it/olio-di-palma-e-salute.html

http://mangiaditesta.com/2013/11/02/sciroppo-di-glucosio-fruttosio-4-motivi-per-starne-alla-larga/

Detto ciò, letto ciò …mettiamoci all’opera e prepariamo la NOSTRA GRANOLA con grassi buoni, senza zuccheri aggiunti,CROCCANTISSIMA  …altro che begonzo in slip!

                                                       SUPER GRANOLA

DSCN1032

  • 350 g di fiocchi di avena piccoli;
  • 70 g di farro soffiato(o riso);
  • 90 g di farina di farro bianca;
  • 90 g di farina di castagne;
  • 1 cucchaio di cannella;
  • 1 pizzico di sale;
  • 100 ml di olio di girasole bio estratto a freddo;
  • 100 g di burro di arachidi fatto in casa (semplicemente frullando per 5 minuti delle arachidi italiane tostate);
  • 50 ml di acqua;
  • 250 g di sciroppo di riso o malto di riso;
  • 50 g di mirtilli secchi;
  • 100 g di uvetta,
  • 50 g di goji.

Semplicissimo: mettere le farine, la cannella , il sale, i fiocchi e il farro in una terrina e mescolare. A parte miscelare olio, burro di arachidi,malto e acqua. Aggiungere i liquidi ai secchi e mescolare con le mani lasciando  le grosse briciolone che si formeranno.Adagiare sulla leccarda del forno rivestita di carta, premendo e ottenendo un unico strato.Cuocere in forno a 150° C per 30 minuti circa, mescolando dopo i primi 15. Estrarre dal forno,aggiungere la frutta essiccata scelta e lasciar freddare completamente.

DSCN1026

La croccantezza verrà acquisita durante il raffreddamento. A piacere aggiungere gocce di cioccolato o fiocchi di cocco. Porre in barattoli di vetro e tentare di resistere dalla brama di sgranocchiarseli mezzi ignudi sul divano o sulla penisola della cucina…

DSCN1025

REDBEETVELVET SUGARFREE con FROSTING ALLA HALVA ALLA ROSA

DSCN0878

Raffinata e godereccia al tempo stesso!

Ho il dente dolce come dicono gli americani…lo sweet tooth. E non ci posso fare nulla. Chi impazzisce per la pasta,chi per i secondi, chi stravede per i fritti o per i piatti fashion della cucina moderna. Io voto dolci.Sempre e comunque. Mi ritengo l’unico essere esistente al mondo capace di non nausearsi mai di fronte ad un buffet di goloserie zuccherose e bambinesche. La Natura però mi giunge in soccorso: con i suoi frutti millecolori , così variegati nel gusto, nelle consistenze e nelle fragranze io placo l’essere bavoso e goloso che tenta di impossessarmi costantemente. Ed io allora ricorro alle caramelle di Madre Terra , i datteri, ai bonbons selvatici, i mirtilli e i lamponi, al pandolce, le banane che spalmo di ogni cosa… I miei dolci così , che mi rinfrancano l’anima nell’atto di prepararli, catapultandomi in una dimensione atemporale, calma, sospesa in un spazio etereo, diventano sempre regalo per chi mi conosce e se li merita, in un modo o nell’altro.
Chi vuole una fetta di torta?

REDBEETVELVET SUGARFREE con FROSTING ALLA HALVA ALLA ROSA

DSCN0865

  • 300 g di barbabietole cotte e frullate ;
  • 150 g di farina di farro int. ;
  • 130 g di farina di farro bianca;
  • 170 g di malto di riso;
  • 170 g di sciroppo d’acero o succo d’agave;
  • 110 g di olio di germe di mais o girasole spremuto a freddo;
  • 250 g di latte di avena;
  • 100 g di cioccolato fondente al 70% sciolto a bagnomaria;
  • 2 cucchiaini di aceto di mele;
  • 2 cucchiaini di cremor tartaro;
  • 2 cucchiaini di bicarbonato;
  • 1/4 di cucchiaino di sale;
  • 1/2 cucchiaino di vaniglia in polvere del madagascar.

Per il frosting: 300 g di halva alla vaniglia; crema inglese allo sciroppo di rose ( di cui devo prendere misure).

Per la torta: solito metodo ovvero mescolare tra loro i liquidi e setacciare le polveri e riunire insieme sciogliendo eventuali grumi.Porre in una tortiera oleata e infarinata e cuocere in forno già caldo a 170 °C per 60 minuti.

Per il frosting: ho semplicemente fatto una salsa inglese aromatizzata allo sciroppo di rose e ci ho diluito la halva .
Decorare come consiglia la fantasia.

DSCN0857

GALLETTE HAPPY PAPRIKA

DSCN0781Sedersi attorno al tavolo e condividere ciò che si è preparato insieme tra fragorose risate e scambio di trucchi e sotterfugi: questa è per me la convivialità. Amo organizzare pranzi e cene. Mi piace gonfiare casa di voci diverse e amo riempirmi la pancia non solo di cibo ma anche di sorrisi e volti felici. E perchè non rendere anche il tutto più chic & cool rompendo gli indugi con un buon aperitivo all’italiana…sgranocchiando qualcosa giusto da calmare i richiami atavici della fame? Serviamo due gallette allora,ok?

GALLETTE HAPPY HOUR alla paprika affumicata

  • 100 g di farina di riso
  • 100 g di fumetto di mais ( o fioretto)
  • 100 g di farina di ceci; 2 C di fecola di patate
  • 2 C di farina T2
  • 15 g di sale di Barbie ( sale rosa alla barbabietola)
  • 1 cc di curcuma
  • 1/2 cc di paprika affumicata
  • 70 g di farina di mandorle
  • 250 g di esubero di pasta madre
  • 150 g di olio evo
  • 1 cc colmo di malto di riso
  • 200 g circa di latte di canapa fresco

Miscelare tra loro tutte le polveri setacciate . Sciogliere la pasta madre nel latte tiepido con il malto e l’olio e dare una mescolata vigorosa . Unire i liquidi alle polveri, impastare sino ad avere una palla morbida ma non appiccicosa. Stendere e coppare a piacere. Praticare incisioni con i rebbi della forchetta e cuocere fino a doratura a 200°C per 20 minuti. Perfetti se affondati in una vera guacamole!

DSCN0777

Consiglio: impiegare come palette per hummus o…

 

DSCN0774

…o per una guacamole!

 

nade in the kitchen

cook, bake, love.

Green Cuisine

Concilier bien-être et gourmandise...

BACCHE DI GINEPRO E RADICI INGOMBRANTI

Storie di disobbedienza culinaria (blog vegano)

Green Kitchen Stories

The healthy vegetarian recipe blog

Gocce D'Aria

il blog della Daria

ravanellocurioso

Chef Anarco Vegan

la tana del riccio

..with my own two hands..

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: