Archivi tag: pomodori secchi

Lasagne pesto aromatico ,broccolo romanesco e pomodori secchi

DSC00930

 

DSC00932

Ingredienti:

 

per 4 persone
250g di lasagne senza glutine
500g di broccolo romanesco già lessato in acqua salata
250ml di panna da cucina vegetale (avena , riso, miglio..)
100ml di pesto aromatico (erbette miste, olio evo, aglio, mandorle, un pochino di acqua)
50g di pomodori secchi

 

 

Procedimento:

Schiacciare con una forchetta il broccolo romanesco lessato e unirlo alla panna vegetale al pesto e ai pomodori secchi tagliati fini. Foderare una teglia di carta forno e procedere alla stratificazione della lasagna. Infornare per una quarantina di minuti a 200° coperto con un foglio di alluminio.

 

DSC00919

 

Ketchup Crudista

DSC00728 (2)

Ingredienti:

5 pomodori secchi
2 datteri
1 cucchiaio di aceto di mele
sale
acqua quanto basta

Procedimento:

unire tutti gli ingredienti e, con l’ aiuto di un minipiner,  frullare il tutto con poca acqua. Aggiungere, in base alla consistenza desiderata, l’ acqua man mano.

Olive Vegascolane

 

 

20150217_122544

Ingredienti:

olive verdi giganti denocciolate

mandorle

noci

pomodori secchi

lenticchie

pepe

farina

pastella (acqua e farina di ceci)

pangrattato

olio di semi

Procedimento:

Per il ripieno frullare insieme le mandorle e le noci (metà e metà) le lenticchie, pochi pomodori secchi e un po’ di pepe. inserire in una sac a poche e farcire le olive (ben asciutte). Passare le olive farcite nella farina,  poi nella pastella e infine nel pangrattato. Friggere in abbondante olio di semi. Servire ben calde.

20150217_122550

 

 

 

 

 

Girelle di zucchine

DSC00765

Ingredienti:

zucchine

pomodori secchi

mandorle

lenticchie

maggiorana

olio evo

Procedimento:

Con l’ aiuto di un pelapatate, ricavare delle strisce per la lunghezza della zucchina. Preparare la crema per il ripieno frullando insieme i pomodori secchi, le mandorle, le lenticchie già lessate tutte in parti uguali, più un po’ di maggiorana. Stendere le fettine di zucchine e spalmare per tutta la lunghezza la crema. Arrotolare delicatamente e infornare con un filo d’ olio di oliva.  (Il sale in questa semplice ricetta si può omettere, vista la sapidità dei pomodori secchi)

 

 

 

RISO DEL CAVOLO

cavoriso vegAncora un’idea furba per rendere il cavolfiore, a volte odiato poverino, irresistibile ai bambini e anche ai grandi che non ne vogliono sapere di farsene sane scorapacciate.Il cuscus crudista oramai è diventato un must in casa mia. Ma capita che non sempre riesca gradito a tutti: in particolare a disturbare può essere il sapore troppo pungente del cavolo,sopratutto se non fatto marinare adeguatamente.Ergo: urge trovare un compromesso tra chi lo vorrebbe consumare crudo e trarre beneficio delle sue proprietà miracolose che ne fanno un caposaldo della nutriceutica e chi , invece, lo avvicinerebbe solo se ridotto in poltiglia ( a.k.a. mia madre) e cioè saltarlo in padella proprio come un risotto, velocemente e impreziosito da spezie e altre verdurine croccanti…magari su una base di cipolla caramellata e completato da una generosa mestolata cucchiaiata di pesto . In questo modo è impossibile non prendere per la gola ! E ancora un’altra mission impossible alimentare è compiuta. Ed ora ognuno scopra la sua personale versione di “risotto” di cavolfiore. Piccolo suggerimento? Provatelo alla marocchina con zafferano,cipolle,carote,uvetta e pinoli tostati.

                                                             RISOTTO DEL CAVOLO

DSCN0916

1 cavolfiore bianco;2 carote; una cipolla bianca; una manciata di pomodorini secchi sottolio; una manciata di mandorle a lamelle tostate; un generoso cucchiaio di pesto di basilico e semi oleaginosi e olio di lino fatto in casa; una manciata di mirtilli secchi.

In una padella far soffriggere in olio e acqua una cipolla finemente tritata per almeno 10minuti in modo da farla caramellizzare un po’.Aggiungervi le carote a rondelle, i pomodorini tritati e il cavolfiore tritato al mixer. Saltare a fiamma vivace salando e speziando a piacere con curry,curcuma e altro a gusto personale. Sul termine completare con i mirtilli  e il pesto. Servire cosparso di mandorle a lamelle.

Preparatene in abbondanza perchè si volatilizzerà in un nanosecondo.

DSCN0913

colorato ed invogliante

 

 

Mayo Rawsée e FRAWmaggio alla spagnola, 2 in uno…olé!

DSCN0476
Voglia di crudo,di colore,di purezza. Non c’è nient’altro , oltre alla frutta e alla verdura NUDE e CRUDE, che riesca a dissetare la tua brama di vitalià,di leggerezza. Non esiste altro che possa dissipare le nubi della mente e dello spirito come le vibranti tinte accese dei frutti della Terra.Vuoi mettere un pallido ,smorto e stinto piatto di pasta all’olio ( che , per carità, se fatto con tutti i sacri crismi avrà pure una sua dignità organolettica) con un pirofila da 20 mq di puzzle caleidoscopico? Per me, il confronto nemmeno ha ragion d’essere.vince sempre e solo e a tavolino la Frutta e sua Sorella Verdura.Ma volete che io, me medesima,mi limiti ad un’insalatona senza stile nè ricerca della stravaganza ? Non mangio mai, e poi mai, la stessa cosa milioni di volte. Se ho voglia di insalata, essa sarà sempre e comunque unica ed indimenticabile.Chi ha detto che i vegani mangiano solo tristi foglie di lattuga? Io, mai. Io ,anche quando mi sgranocchio delle cruditées, viaggio coi sapori,scalcio via la monotonia e mi diverto gustativamente parlando.Perchè io oso.Almeno lì.

Insalatona ai mandarini con maionese RAWsé:
scarola,carotine alla julienne e un mandarino,una lacrima di olio evo,un velo di gomasio algato homemade.Mescolare e ricoprire con la maionese.
 DSCN0477
FRAWmaggio alla Spagnola
Anacardi,mandorle e noci brasiliane ammollate una notte,datterini secchi sottolio homemade,sale,pepe mix macinato di fresco,rosmarino secco,cipolla di tropea secca fatta in casa,paprika affumicata.
Frullare il tutto con 2 dita di acqua e gustare lascivamente con le dita…perchè chi non lecca,gode solo a metà. Ops,scusate…mettere in una coppa e affondare qualche carotina nel nostro Sacro GRAWal. enjoy!

DSCN0479

Pesto sciuesciuè

DSC00700

Ingredienti:

pomodori secchi

carciofini sott’ olio

mandorle

origano

Procedimento:

Frullare tutti gli ingredienti. Fatto. Ottimo per condire pasta e bruschette.

DSC00697

 

Fagiolo Solfì alla gremolada di prezzemolo

DSCN0256Un’altra delle mie passioni culinarie è la riscoperta di legumi, cereali,farine e prodotti della terra autoctoni e locali. In questo piatto contadino e di una semplicità disarmante , ho estrapolato tutta la bontà,la burrosità e la scioglievolezza di un tipo di fagiolo locale e quasi andato perduto nel tempo perchè soffocato e annebbiato dalla diffusione di legumi più conosciuti e non sempre di provenienza italiana.Questo piccolo fagiolo tondo e perlaceo ma che in realtà da crudo si presenta con un fulgido colore giallo-verdino fluo (sì,avete capito bene …fosforescente) è chiamato Solfì e assomiglia un po al più noto zolfino. L’ho cucinato e proposto ai miei commensali senza alcun fronzolo , senza alcun orpello speziato che ne avrebbe distorto l’essenza gustativa. Semplice,semplice come la mia Terra.


Fagiolo Solfì alla gremolada di prezzemolo:

ho lessato ,con una striscia di kombu ,per circa 2 ore 200 g di fagioli Solfì ammollati una notte  .Una volta cotti,scolati e intiepiditi li ho conditi con una gremolada fatta mescolando sale,olio buono,pepe nero macinato fresco,scrorza di limone e abbondante prezzemolo fresco e succo di mezzo limone.Lasciar insaporire 1 h.A piacere aggiungere datterini confits.

Buona degustazione.

DSCN0251

CACIOTTINA RAW AI PEPERONI CRUSCHI

DSCN0636

Solo per palati allenati ai gusti decisi!

Vi lascio molto velocemente una ricetta tutta crudista per un formaggio decisamente stuzzicante e goloso che può essere usato tal quale sopra a bruschette con verdure amare di cui può mitigare il sapore o come ottimo sostituto dell’olio per mantecare un risotto o condire una pasta ( in tal caso scioglietelo con un mestolino di acqua di cottura). Al taglio si presenta compatto ma rimane morbido nel cuore…un po’ come un brie. E poi il colore caldo invita la bocca a riempirsene senza remora alcuna. Appaga la vista , l’olfatto e il gusto…e ancora una volta farete breccia nel cuore e nella gola del più spietato assaggiatore.

 

CACIOTTINA RAW AI PEPERONI CRUSCHI:

  • 200 g tra mandorle pelate e anacardi crudi
  • 1 pugno generoso di peperoni cruschi e pomodori secchi
  • 1 cucchiaino di santoreggia secca
  • 2 cucchiai colmi di lievito alimentare
  • la punta di un coltello di grani per kefir d’acqua
  • pepe macinato fresco
  • 1 cucchiaio di capperi dissalati
  • prezzemolo secco a piacere
  • 1 cucchiaino raso di paprika affumicata

Non aggiungete sale!!

Molto semplice: mettere in ammollo per almeno 4-5 h la frutta secca .Scolarla e frullarla con il resto degli ingredienti aggiungendo o acqua o un latte vegetale a scelta ( crudo e quindi fatto in casa) fino a raggiungere la consistenza desiderata. Porre il tutto in un colino rivestito di telo di lino per permettere durante la fermentazione che l’acqua in eccesso scoli.Lasciar fermentare il tutto in un luogo tiepido e buio per almeno 24 h ma prolungabili a 48 ( più fermenta più il sapore si farà deciso e pungente). Porre poi in essiccatore per 15 h circa o consumare direttamente ( così però sarà morbido e spalmabile).
La scoperta della fermentazione la devo a Romina SugarLess, simpatica foodblogger ed ora meravigliosa cuoca/pasticcera crudista in un innovarivo locale romano , il ” Romeow cat Bistrot”. Io ho appreso dalla maestra e personalizzato, giocando sulla versione fast&furious…Buona sperimentazione a voi!

DSCN0643

DSCN0638

in tutto il suo splendore, solare come il nostro Paese.

 

nade in the kitchen

cook, bake, love.

Green Cuisine

Concilier bien-être et gourmandise...

BACCHE DI GINEPRO E RADICI INGOMBRANTI

Storie di disobbedienza culinaria (blog vegano)

Green Kitchen Stories

Healthy Vegetarian Recipes.

ravanellocurioso

Chef Anarco Vegan

la tana del riccio

..with my own two hands..

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: