Archivi tag: zenzero

Lenticchie all’ indiana al cocco

DSC00893

Ingredienti:

due manciate di lenticchie rosse decorticate

due spicchi di aglio

uno scalogno

una carota

un pezzo di zenzero fresco

due cucchiai di olio di sesamo

tre cucchiai crema di cocco

un cucchiaino cumino

un cucchiaino raso di curcuma

un pizzichino di cannella

un chiodo di garofano

sale

una tazza di acqua

DSC00894

Procedimento:

Mettere in ammollo le lenticchie. Nel frattempo tagliare finemente l’ aglio e lo scalogno e lo zenzero, le catote a rondelle e mettere in una padella con l’ olio di sesamo. Lasciar rosolare a fuoco medio basso finchè non imbiondisce. Aggiungere le spezie e lasciar andare per altri 5 minuti a fuoco basso. Sciaquare le lenticchie e aggiungele insieme all’ acqua. Chiudere con un coperchio e cuocere a fuoco basso fino a far assorbire l’ acqua. Quando le lenticchie saranno morbide aggiustare di sale e aggiungere la crema di cocco, e continuare a cuocere(sempre con coperchio) finchè risulti una bella consistenza cremosa. Si può accompagnare a del pane bruscato o a riso basmati profumato al limone.

 

 

Risi e bisi rivisitati

DSC00751

Ingredienti:

riso integrale

piselli freschi

cipollotto

brodo vegetale

zenzero in polvere(facoltativo)

olio evo

sale

pepe bianco

erbette e fiori per decorare(facoltativo)

DSC00749

Procedimento:

Cuocere il riso nel brodo vegetale, scolare poi, tenendo da parte il brodo. Frullare il riso con un pò di brodo e aggiungere man mano, se la crema risulta troppo soda.Aggiungere un pizzico di zenzero in polvere e aggiustare di sale. Appassire lentamente la cipolla con un filo di olio evo, aggiungere poi i piselli freschi e lasciar andare a fuoco basso(con coperchio) finchè i piselli nn risulteranno morbidi. Frullare anche i piselli(se necessario aggiungere un pò di brodo), aggiustare di sale e di pepe. Comporre il piatto facendo uno specchio di crema di riso e aggiungere gocce di crema di piselli di varie misure. Ci si può sbizzarrire dando forme diverse alla crema di piselli. Decorare con erbette fresche o fiori commestibili. Questa vellutata si può servire sia come entrata che come primo. Ottima sia calda che fredda

 

 

Gnocchi di riso cinesi

20150212_122221

Ingredienti:

Gnocchi secchi di riso

cipolle

zucchine

carote

germogli di bamboo

olio di sesamo

olio di semi

salsa di soia

zenzero in polvere

aglio in polvere

granella di anacardi

Procedimento:

Mettere in ammollo gli gnocchi secchi (facilmente reperibili in tutti gli alimentari asiatici) per 24 ore in acqua fredda. Tagliare grossolanamente le cipolle. Tagliare a rondelle sottili zucchine e carote. Trasferire tutto in un wok antiaderente e saltare con metà olio di sesamo e metà olio di semi, finchè le verdure nn saranno semicotte (meglio se mantengono un po’ di croccantezza. Aggiungere il bamboo , la salsa di soia , lo zenzero e l’ aglio in polvere. lasciare andare un paio di minuti per insaporire il tutto. Scolare gli gnocchi precedentemente ammollati e saltare per circa tre minuti. servire con una spolverata di granella di anacardi.

 

MIGLIO MARINO

DSCN0905Dietro a figurine , a pixels si nascondono personaggi i più variegati che rimangono solo voci scritte e battute felici.A volte, invece, quelle fototessere acquistano voci vere , divertenti e rassicuranti o allegre, con le quali puoi trascorrere lunghi minuti a parlare di ogni cosa, dal sacro al profano. Ne scopri le sfumature di dolcezza o di profondità intellettuale.E come d’incanto ,l’immagine rettangolare rompe il suo confine geometrico e diventa Persona.Non più maschera muta. Molte di queste figurine si sono animate e catapultate nella mia esistenza, alcune solo rimandendo voci e chiacchiere spensierate, altre presentandosi in carne e ossa ad accompagnarmi per un tragitto breve o meno lungo il mio cammino.Ad una di queste belle voci , che suonano di leggerezza e serietà, melodiche e piene come la Terra da cui nascono, è ispirato il piatto di oggi. Strano,marino,aromatico …ti lascia dentro il sapore di sale e di mare…il Mare Nostrum e di chi hai lasciato viverlo.

                                                         MIGLIO MARINO ( x 2 persone):

DSCN0901

  • 100 g di miglio;
  • zenzero in polvere;
  • un pugnetto di alghe hijiki ammollate;
  • un foglio di nori ammollato;
  • 2 cucchiai di capperi ;
  • 150g  di datterini gialli al naturale;
  • 1 cucchiaio colmo di datterini rossi sottolio fatti in casa;
  • 1 cucchiaino di origano in polvere;
  • 1 mazzetto di prezzemolo fresco battuto;
  • 1 fetta di pane integrale fatto in casa raffermo;
  • 1 cucchiaio di pangrattato;
  • aglio in polvere;
  • 2 cucchiai di uvetta e cranberries secchi;
  • peperoncino in polvere;
  • olio di semi di lino estratto a freddo;
  • 2 cucchiai di mandorle in scaglie.

Cuocere il miglio sciacquato in un pentolino con il triplo peso di acqua lievemente salata, abbondante zenzero in polvere per circa 20 minuti a fuoco dolce. Farlo riposare, a cottura terminata, coperto in padella per qualche minuto.
In una padella saltare senza olio i datterini gialli e rossi secchi, le alghe finemente tritate a coltello,l’uvetta e i cranberries, i capperi anch’essi tritati, il peperoncino,l’aglio in polvere e l’origano. A parte mixare il pane raffermo,il prezzemolo e il pangrattato ottenendo una panure verde brillante : una parte verrà usata come legante della salsa marinara al posto di oli o altro, l’altra verrà tostata a secco per rifinire il piatto e dare croccantezza. Tostare le mandorle a lamelle e mettere da parte.
Saltare il miglio velocemente nel sughetto mantecando con olio di lino. A fuoco spento aggiungere mandorle a filetti e la panure tostata .
Ottimo sughetto che si accoppia perfettamente con delle linguine o una bella fregola sarda.

DSCN0903

un piatto sano e dal sapore di mare…

 

DSCN0900

Colorato,vivace nel gusto e sofisticato quanto basta.

 

Misteri Bocs #1

Della serie come rovinarsi con le proprie idee malsane e malnate. Sono una curiosa patologica ed una osservatrice scrupolosa e attenta.Mi piace guardare,memorizzare e imparare sperimentando da me. E per carpire gli infiniti segreti e trucchi dello spignattamento quello serio, o apparentemente tale, non disdegno la visione di programmi di cucina che oramai imbrattano riempono H24 i palinsesti di ogni emittente televisiva,anche la più remota . E da appasionata come molti altri di uno di questi in particolare, che avrete riconosciuto dal titolo del post, ho ben pensato di “giocarci” con le mie colleghe BLOCIE ( termine coniato dalla linguista del trio , mademoiselle Giulia). Mentre Betta, onnivora catodica come me di qualsivoglia cooking-show anglosassone o casereccio , ha osannato la mia proposta…l’altra è caduta dal pero,dal melo e dal fico e prima di accettare ha dovuto capire in cosa consistesse il “gioco”. Come ho fatto con lei, lo spiegherò brevemente ora anche a voi.

                                                         LE REGOLE DI MASTERVEG:

La concorrente di turno(ovvero una delle 3 alternativamente) riceve un box contenente una spesa fatta dalle altre 2 in qualità di giudici e critiche dal contenuto a lei ignoto. La spesa deve essere stata fatta in un supermercato qualunque e non superare i 20 euro massimi. La concorrente dovrà realizzare quante portate vuole (una,2 un miliardo…) BEN PRESENTATE  e che verrano poi sottoposte al giudizio insindacabile delle giudici. La concorrente può scegliere di non usare UNO SOLO degli ingredienti del box e può altresì servirsi di UN SOLO ingrediente “particolare” della sua dispensa .Il tutto in un tempo massimo di 2 ore!

Siccome il seme della perfidia e della cattiveria è insito in noi, generalmente la spesa contiene ingredienti strani  come verdure mai viste o usate dall’esaminata, cereali esotici ecc.

                                                           LO SCOPO DI MASTERVEG

La vera mission consiste nel dimostrarvi che è possibile organizzare una cena/pranzo/brunch/colazione da “chef vegan stellati” coi semplici prodotti che un comune supermercato offre, senza necessità di ricorrere a boutiques dei sapori Bio Equo Macrobiotici Crudisti  da fichetti col portafogli a grattacielo.

Chi di spada ferisce di spada perisce…e chi ha dovuto rompere il ghiaccio se non l’ideatrice del gioco? Ergo, la prima è toccata a me..UFF!

Ora devo chiedere venia a tutte e tutti perchè il vero servizio fotografico della prima prova è andato perduto ( COMPLOTTO ! COMPLOTTO!!) tra i meandri dell’etere e Dio solo sa dov’è?!. Perciò solo per questa volta dobbiamo e dovete accontentarvi di orride foto da cellulare stupido. Mi cospargo il capo di farina di ceci e mi metto in ginocchio sui fagiolini zolfini nell’angolino intanto che ridete alle mie spalle…

La prima scatolona conteneva:piselli secchi spezzati, bietole,barbabietole precotte,lime,mandorle,olive verdi,broccolo verde romanesco,spaghettini di riso,zenzero fresco e ravanelli.

Ora, devo ammetterlo: i primi 5 minuti sono rimasta a fissare inebetita il tutto senza muovere nemmeno un’ unghia ..tanto era lo sconforto e l’ansia. Buio totale, buco nerissimo…niente luce in fondo al tunnel. E la colonna sonora era fatta da risate grottesche delle 2 streghe giudici osservatrici…e disturbatrici!

Poi, d’incanto le mani cominciano a muoversi rapidamente tra coltelli,pilucchini,frullatori e pentole in una danza prima lenta e rassicurante poi sempre più frenetica e allegra. Un turbinio di mani a lavoro sporche di ogni colore dell’arcobaleno, scivolano tra fornelli e piani lavoro come mani di pianista accarezzano i tasti…e lentamente tutto prende forma. Dai blocchi grezzi delle verdure, escono fuori forme e textures diverse e nel giro di poco  e dopo aver imbrattato la cucina in ogni più angolo remoto schiaffo con piglio deciso e sfrontato i mei 3 piatti di fronte alla serissima giuria :

10805760_10204535069289874_4311976800562643406_n

da sx a dx : cus cus crudista con crema di olive e mandorle; spaghetti diso caramellati su salsa fucsia e zuppa bietola-piselli con nuvola croccante del drago.

misteri 1Vediamoli nel dettaglio:

10411931_10204535065089769_6853477553017221256_n

Cus cus crudista al lime , zenzero e olio al pistacchio con lunette di barbabietola e ciuffi di salsa olivotta e cappello di ravanelli

 

10349976_10204535066449803_5397546600336799424_n

Piramide caramellata al cocco e cavolfiore sù specchio di barbie

10641204_10204535067009817_6931560569364548308_n

zuppetta di piselli al croccante cinese

Le giudici si apprestano incuriosite all’assaggio e dopo ogni boccone, soppesato e studiato a fondo mettono la loro votazione che così si presenterà al termine della sfida:

1) Cus cus crudista al lime , zenzero e olio al pistacchio con lunette di barbabietola e ciuffi di salsa olivotta e cappello di ravanelli:

GIULIA                            BETTA

PRESENTAZIONE :                             8                               6

SAPORE :                                           8                               6

ORIGINALITA’:                                    7 1/2                         7

2) Piramide caramellata al cocco e cavolfiore sù specchio di barbie:

PRESENTAZIONE:                            7                                8

SAPORE:                                          6 1/2                          8

ORIGINALITA’:                                  8                                 8

3) zuppetta di piselli al croccante cinese:

PRESENTAZIONE:                           7 1/2                           7

SAPORE:                                         7 1/2                           8

ORIGINALITA’:                                 7 1/2                           8

Be,che dire? Uno spasso davvero! Divertente,elettrizzante ed adrenalinico quanto basta…e nel frattempo trascorri un pomeriggio di spensieratezza con le tue amiche…lontano da tutto, lontano da tutti.

Ma mica finisce qua! Troppo facile! Tocca a voi ora! Provate a realizzare dei piatti solo con gli ingredienti del box e vediamo che ne esce!!

Precisazione doverosa: questo nuovo blog è nato dalle ceneri di Vegaland,figlio di un parto malriuscito.Dalla misteri bocs n°3 in avanti non comparirà più una delle giudici ed ex -blogger.

Vellutata alla Kandinskij

DSCN0365

Ecco servito  un piatto caldo e confortante, uno di quelli che forniscono il giusto tepore interno e riscaldano il corpo e l’anima…da gustare a lume di “caminetto”: Vellutata di finocchi,piselli e patate all’aroma di zenzero fresco con noisettes di patate e carote al rosmarino e dots di barbabietola e carasau crispy.Ok,ok…bando alle ciance e vi spiego il piatto.
Realizzazione:

  • 3 finocchi
  • 4 patate medie
  • 1 carota
  • 150 g piselli surgelati
  • 3 cm di zenzero fresco
  • acqua qb
  • brodo in polvere veg qb
  • polvere di rosmarino secco-curry-mix creolo di pepi-olio-sale-cipolla rossa

Far soffriggere la cipolla in olio e acqua in pari quantità per evitare di soffriggere.Quando la cipolla sarà trasparente e ben cotta aggiungere prima le patate e i finocchi ridotti in tocchi Dopo 5 minuti aggiungere la carote.Allungare con acqua e condire con sale,curry,zenzero grattato,rosmarino in polvere e brodo granulare.portare a ebollizione e a 10 minuti dal termine aggiungere i piselli. Portate a cottura tutte le verdure,spegnere e frullare con il frullatore ad immersione regolando di sapidità. Servire con un velo d’olio a crudo e arricchire ogni piatto con noci tostate,pepe fresco, gocce di barbabietola frullata con latte di riso e noisettes di verdure ( ho semplicemente ricavato con uno spallinatore le noccioline dalla patate e dalla carota poi cotte nella zuppa e condite con olio sale pepe e cotto arrosto in forno fino a laccatura). Spero vi piaccia e che lo proviate…

DSCN0366

 

Di Crudo in Cotto!

DSCN0503

La verdura, per quanto mi riguarda, non l’ho mai considerata, nemmeno in passato, un contorno ma è sempre stata la protagonista principale , e più di una volta solista, dei miei pasti.Ma come ho di già ribadito nei precedenti posts,devo inventarmi sempre originali presentazioni e condimenti in modo da renderla ogni volta una gioiosa scoperta per il palato. Mi reputo una sorta di stilista della verdura: adoro cambiarla d’abito e renderla a volte irriconoscibile o ammantarla sotto veli impalpabili di odori esotici, mi piace confezionarle vestiti di alta moda o puntare sulla semplicità elegante con più o meno usuali abbinamenti di erbe o frutta secca. Così oggi, presento 2 piatti forti interamente vegetali,uno crudo ed uno cotto, magari da portare in tavola nei giorni di festa.Per rimanere leggeri e senza rimpiangere preparazioni più laboriose per lo stomaco.Io sono appagata.Ora provatele e per un po’  starete con la pace dei sensi (gustativo e visivo e olfattivo) anche voi.

CROCIFERATA GINGER&HAZ

DSCN0498

  • Pari peso tra broccoletti siciliani,cavolfiore verde e cavoletti di Bruxelles cotti tutti a vapore
  • 150 g di nocciole tostate e tritate grossolanamente
  • 2 scalogni
  • olio alla liquirizia,zenzero fresco,sale qb.

Una volta cotte le verdure al dente,rosolare in padella con olio gli scalogni e le nocciole e poi condirvi la verdurata.Salare a piacere e completare con una grattata molto abbondante di zenzero fresco.A piacere aggiungere anche curcuma e paprika affumicata in polvere per incrementare la portata antitumorale del piatto e la presenza scenica.

DSCN0501

NSALATA SICILIANA AL SALE SENAPATO

DSCN0481

  • 2 finocchi
  • 1 arancia tarocco
  • 100 g di olive verdi
  • un filo di evo e un
  • goccio di aceto di riso
  • un cucchiaio di mix di alghe secche
  • senape gialla in grani

Preparare l’insalata con tutti gli ingredienti e condirla con il sale senapato che si ottiene così:far tostare in padella chicchi di senape fino a percepirne l’odore,e pestarli poi al mortaio con un cucchiaino di sale.

 

nade in the kitchen

cook, bake, love.

Green Cuisine

Concilier bien-être et gourmandise...

BACCHE DI GINEPRO E RADICI INGOMBRANTI

Storie di disobbedienza culinaria (blog vegano)

Green Kitchen Stories

The healthy vegetarian recipe blog

Gocce D'Aria

il blog della Daria

ravanellocurioso

Chef Anarco Vegan

la tana del riccio

..with my own two hands..

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: