Archivi categoria: gnocchi

Gnocchi di patate agli asparagi e noci

20160505_194943

Ingredienti:

Dosi per 3 persone
500g patate  rosse di colfiorito (o patate a pasta gialla)
100g farina tipo2
2 cipollotti freschi
due cucchiai di patata lessa
un mazzo di asparagi
una decina di noci
erba cipollina (facoltativo)
olio evo
sale
pepe

Procedimento:

Lavare le patate  e farle lessare intere  in acqua salata. Scolare, pelare e passarle nello schiacciapatate. Impastare la purea ottenuta  con poca farina alla volta, fino ad ottenere un impasto liscio e morbido( non impastare troppo a lungo, altrimenti diventa troppo appiccicoso).DSC00924 Dividere l’ impasto a pezzi e formare, su una spianatoia infarinata, dei cilindretti grossi come un dito. Tagliarli a pezzetti di circa un centimetro e mezzo e delicatamente “massaggiarli” col palmo della mano per dare una forma sferica, se necessario in questa fase aggiungere un pò di farina. Per il condimento. Tagliare finemente i cipollotti e lasciarli imbiondire in padella con un pò di olio extra vergine di oliva. Tagliare a rondelle fini  gli asparagi tenendo da parte le punte. Aggiungere le rondelline di asparagi ai cipollotti e cuocere a fuoco basso, con coperchio, finchè diventano morbidi. Aggiungere un paio di cucchiaiate di patata lessa e frullare il tutto.  Aggiustare di sale e pepe. Portare ad ebolizione l’ acqua , cuocere le punte di asparagi e quando saranno quasi cotte, tuffare gli gnocchi. Far cuocere x 3/4 minuti circa, finchè non saranno venuti tutti a galla e, con l’ aiuto di un mestolo forato ,  scolarli e aggiungere al condimento in padella, con un pò di acqua di cottura(una tazza circa). Amalgamare e servire con le noci rotte grossolanamente. Se gradita aggiungere una spolverata di erba cipollina finemente tagliata

DSC00925

 

 

Gnocchi di riso cinesi

20150212_122221

Ingredienti:

Gnocchi secchi di riso

cipolle

zucchine

carote

germogli di bamboo

olio di sesamo

olio di semi

salsa di soia

zenzero in polvere

aglio in polvere

granella di anacardi

Procedimento:

Mettere in ammollo gli gnocchi secchi (facilmente reperibili in tutti gli alimentari asiatici) per 24 ore in acqua fredda. Tagliare grossolanamente le cipolle. Tagliare a rondelle sottili zucchine e carote. Trasferire tutto in un wok antiaderente e saltare con metà olio di sesamo e metà olio di semi, finchè le verdure nn saranno semicotte (meglio se mantengono un po’ di croccantezza. Aggiungere il bamboo , la salsa di soia , lo zenzero e l’ aglio in polvere. lasciare andare un paio di minuti per insaporire il tutto. Scolare gli gnocchi precedentemente ammollati e saltare per circa tre minuti. servire con una spolverata di granella di anacardi.

 

Canederli Orient Express

DSCN0441

Ancora malinconia nei miei piatti:fumose istantane emerse dal passato, quando Natale significava tornare tra le mie adorate montagne , là dove sono nata ma sono anche stata sdradicata subito dopo. Sono una sudtirolese mezzo sangue eppure mi sento e mi sono sempre sentita una ragazza di Lassù:poco Heidi ma molto Montanara.Amo la natura,il velluto verde dei pascoli,l’aria frizzante che ti rifocilla i polmoni dopo una lunga camminata,amo l’orizzonte non quello piatto e monotono del mare ma quello squadrato e irregolare e picassiano delle cime. Amo la solitudine e l’eco che ti corre dietro e ti urla dentro.Amo anche la malinconia profonda e oscura che la montagna ti scava dentro …una fossa sempra aperta ed in cui caschi ogni volta che ti allontani dalle tue cime.I canederli sono un altro appiglio al passato,alle facce spensierate di allora…alcune ancora qui,altre non più.
Ma siccome sono anche un’ avanguardista cronica e una wannabe cosmopolita e adoro ( o meglio adorerei ) scartabellare questo Mondo in ogni suo più celato angolo, mi concedo di farlo ad occhi chiusi e mascella funzionante …riunendo sapori lontani e sognando grazie al loro sentore esotico paradisi asiatici e non.


   Canederli Orient Express

250 g di pane secco ammollato nel latte di avena(io ho usato una foccaccia alle olive secca),50 g farina di ceci , noce moscata qb(io vado giù pesante),200g di erbe verdi miste cotte e frullate(biete,cime di rapa e spinaci),50 g di grana veg,120 g di farina 0 di qualità. Impastare tutto e creare delle polpette grandi come palline da golf. Calarle nell’acqua bollente salata o brodo per 5 minuti.

Per la salsa: 5 cm di radice di curcuma fresca e grattata,1 scalogno,olio evo qb,pepe qb,sale qb,1 cucchiaino di maizena sciolta in 2 dita di acqua fredda,latte di riso mezzo bicchiere. far cuocere in un padellino lo scalogno nell’olio per 15 minuti.Aggiungere curcuma ,sale,pepe e il latte.Far stringere un pochino e aggiungere infine la maizena sciolta fino a tirare la salsa.

Servire con i canederli asciutti,filo di evo,pepe fresco (la piperina attiva la curcumina che è il principio attivo antitumorale della curcuma!) e grattata di radice fresca di curcuma a innaffiare di profumo il piatto.Facile ma sbalorditivo.

DSCN0437

Un tocco di eleganza per un piatto povero della tradizione tirolese

 

Gnocchi di castagne al pesto di verza e nocciole

DSCN0415

Giovedì Gnocchi! Il mio piatto preferito in assoluto:Il piatto che ti sogni di notte quando i morsi della fame improvvisa ti strozzano lo stomaco,il piatto che si assomma ad altre immagini nostalgiche della tua terra quando sei lontana da casa,il piatto che racchiude istanti di vita passata quando ammiravi esterrefatta la maestria nel loro confezionamento da parte della mamma, il piatto che profuma d’infanzia e allegria, il piatto che ti rassicura e rigenera dopo una giornata pesante e logorante, il piatto che per primo hai realizzato tra millanta peripezie da sola, il piatto che hai trasformato in una marea di versioni più o meno delicate e stravaganti o caserecce e nostrane,il piatto che ti accompagnerà nel tuo futuro quando sarai te a tramandarlo e ad insegnarlo coi tuoi trucchi e segreti.Gli gnocchi sono le mie madeleines , i diamanti più belli che mia madre mi ha consegnato.


Gnocchi di castagne al pesto di verza e nocciole :

lessare 1 kg di patate gialle , sbucciarle,schiacciarle e lasciarle freddare.Impastarle poi con circa 300 g di mix di farine ( in questo caso,semola,farina 0,farina di castagne di qualità in parti uguali).Prepare gli gnocchi come di consueto.

Per il pesto: scottare qualche foglia di verza ( circa 5-6) e una volta fredde, mixarle grossolanamente con 60 g di nocciole del Piemonte (gentile regalo di una gentile signora !), olio qb,sale,pepe,un mazzetto di basilico fresco(ultimo superstite della mia pianta), 30 g di grana veg.

Condire gli gnocchi caldi con il pesto allungato con un po’ di acqua di cottura,mescolare e innaffiare di olio ai semi di zucca per elevare al massimo la tonalità verde brillante del piatto.A piacere spezzare il gusto con dadolata di zucca hokkaido al rosmarino e curcuma.Strani ma superbi.

DSCN0410

Gnocchi al pomodoro

DSC00480 (2)

Ingredienti:

patate già lessate

farina

polpa di pomodoro

olio evo

origano

sale e pepe

Procedimento:

Schiacciare le patate lessate  ancora calde, aggiungere poi la farina e procedere nella preparazione dei gnocchi. A parte rosolare l’ aglio in padella con un po’ di olio, una volta imbiondito aggiungere la polpa di pomodoro e lasciare andare a fuoco vivace per una ventina di minuti a fine cotture aggiungere l’ origano e aggiustare di sale e pepe. Portare ad ebollizione l’ acqua salare e buttare i gnocchi, quando vengono a galla scolare e saltare in padella con il sugo. Impiattare guarnendo con l’ origano.

SCHLUTZKRAPFEN ALLA CANAPA

DSCN0805

Mia madre è una gnocchettara seriale. Non resiste davanti ad un piattone colmo e piramidale di quei splendidi sassolini colorati che tanto ama preparare. E siccome non le ho ancora dedicato nulla, colgo l’occasione per farlo ora con degli gnocchi mascherati da sudtirolese. In fondo ne ha sposato uno, o no?

SCHLUTZKRAPFEN DI PATATE RIPIENI DI OKARA DI CANAPA E CICORIETTA IN SALSA DI NOCI TOSTATE ( per 2 persone)

Per i ravioli: 1 grossa patata bollita ( da 300g ) in brodo; 80 g di farina tipo 2 ; 1 cc di curcuma .
Per il ripieno: 100 g di okara di canapa ; 100 g di cicoria lessata e ripassata ; 20 g di pangrattato.
Per la salsa: 200 ml di panna di riso; un pugno di noci tritate e tostate in padella; pepe ; sale ; olio evo e lievito alimentare a piacere.

Preparare l’impasto degli gnocchi come di consueto. Stendere poi la palla fino ad uno spessore di 0.5 cm . Per il ripieno: mixare okara,pangrattato,cicoria ed un pizzico di sale. Regolare la compatezza . Confezionare le mezzelune riponendo un cucchiaino di farcia all’interno di ogni raviolo. Sigillare bene e calare in acqua bollente salata . Scolare appena salgono a galla.
Per la salsa: sciogliere la panna in una padella con olio.Saltarvi delicatamente i ravioli ,aggiungendo le noci, il pepe fresco di macina e lievito alimentare. Servire fumanti portandoli in tavola intonando uno Jodel …

DSCN0797 

DSCN0796

Non vi fanno gola?

 

Tagliatelle di patate

DSC00614

Ingredienti:

patate lesse

farina

piselli

scalogno

carciofi

timo

olio evo

sale

Procedimento:

Schiacciare in una terrina le patate lesse ancora calde, evitando i grumi; aggiungere poi la farina e cominciare ad impastare aggiungere farina fino ad ottenere un panetto bello sodo e non appiccicoso. Lasciare riposare l’ impasto coperto da pellicola per un’ oretta. Nel frattempo lessare i piselli, scolare poi e frullare con un goccio di acqua di cottura, un filo di olio extra vergine di oliva e  sale, fino ad ottenere una bella crema vellutata. Imbiondire in padella lo scalogno ed aggiungere i carciofi tagliati finemente, chiudere con il coperchio e lasciare andare finché non diventano morbidi. A fine cottura aggiungere abbondante timo fresco ad aggiustare di sale. Stendere la pasta, non troppo sottile e tagliare delle strisce regolari. Portare ad abolizione l’ acqua e cuocere le tagliatelle(funzionano come gli gnocchi in sostanza, quando vengono a galla sono cotte) .Scolare la pasta tenendo un po’ di acqua di cottura; mantecare in padella con i carciofi aggiungendo se necessario l’ acqua. Impiattare facendo un letto di crema di piselli e la tagliatelle sopra, volendo si possono aggiungere delle noci o dei fiori commestibili per decorare(in questo caso fiori di salvia ananas).

nade in the kitchen

cook, bake, love.

Green Cuisine

Concilier bien-être et gourmandise...

BACCHE DI GINEPRO E RADICI INGOMBRANTI

Storie di disobbedienza culinaria (blog vegano)

Green Kitchen Stories

The healthy vegetarian recipe blog

Gocce D'Aria

il blog della Daria

ravanellocurioso

Chef Anarco Vegan

la tana del riccio

..with my own two hands..

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: